Il blog di a Spasso con Elena

Caccia ai troll giganti

troll_2.jpg

Nascita del progetto

I tanti nuovi progetti dell'artista danese Thomas Dambo mi hanno ricordato che sono passati ormai quattro anni dalla mia ultima caccia ai sei giganti nascosti. Thomas Dambo è molto conosciuto per le sue sculture e installazioni giganti situate in varie parti del mondo: dalla Danimarca a Puerto Rico, dal Belgio alla Florida. Il suo calendario 2020 era colmo di progetti all'estero, ma con l'avvento della pandemia si è visto costretto a tornare a casa, a Copenaghen, e dedicarsi esclusivamente al suo lavoro in Danimarca. È così che è nato "Rejsen til den kæmpestore troldefolkefest" (viaggio verso il festival dei troll giganti). Si tratta di una caccia al tesoro composta di dieci sculture giganti rappresentanti troll e localizzate nella natura selvaggia. Un progetto che è andato in porto grazie alla collaborazione e alla generosità di centinaia di persone e che altrimenti non avrebbe visto la luce dato il budget cospicuo. Questo piano porta con sé un grande insegnamento: così come ha raccontato Dambo in un video: "no matter how dark and depressed it might seem, there's always a way that you can turn that energy upside down and channel it into something positive" (non importa quanto buio e deprimente possa essere, c'è sempre un modo attraverso cui capovolgere quell'energia e incanalarla in qualcosa di positivo).

Materiali di riciclo

Dambo si descrive "artista attivista per il riciclaggio". La caratteristica delle sue opere è che sono costruite con materiali di riciclo. Nel caso dei troll giganti, in legno. "Trovo immondizia per la strada e la trasformo in qualcosa di nuovo" è quello che scrive Dambo stesso sui suoi profil social. Attraverso il recupero di materiali avanzati vuole sia essere d'esempio sensibilizzando sul riciclaggio, ma anche essere d'ispirazione a favore della creatività artistica. Il messaggio che vuole dare è che non ci vuole molto per creare qualcosa di entusiasmante, basta avere una buona idea ed essere creativi. Il resto poi lo fa la natura che è il museo delle sue opere. Per i giganti di Dambo vengono scelti luoghi meravigliosi, poco battuti e ben nascosti. Chi si imbatte nella caccia dei troll scopre nuovi scorci ed apprezza altre prospettive.

I troll giganti

I troll costruiti l'estate scorsa non fanno altro che aggiungersi a quelli già esistenti in Danimarca dando vita ad una mappa ancor più ricca. La mia più recente esplorazione è avvenuta nell'isola di Amager, dove mi sono imbattuta in quattro troll. Ve li presento a continuazione.

Il Troll Sutte Sanka - Remiseparken, Copenaghen

Sanka è stato costruito all'interno di un parco giochi sempre pieno di bambini tanto che è stato protetto da delle inferriate per evitare che i piccoli giocatori ci si arrampichino portando via i ciucci. Sanka si trova, infatti, nell'atto di assaporare un bel grappolo di ciucci, portati via ai bambini che non ne hanno più bisogno. Questo troll ricorda una tradizione danese, ovvero quella di appendere all'albero dei ciucci (suttetræ) il ciuccio quando arriva il momento di vivere senza.

troll_1.jpg

Il Troll Ivan Evigvår - Sydhavn, Copenaghen

A pochi passi da un autentico porto peschereccio si trova Ivan Evigvår. Fa capolino da dietro le frasche di qualche albero. La zona è piena di rovi, quindi ho fatto una scorpacciata di more buonissime (in agosto).

troll_2.jpg

Il Troll Lange Liv - Skrædderholmen, Copenaghen

Skrædderholmen è l'isola artificiale su cui dal 1987 si trova l'autostrada che collega le isole Sjælland e Amager. Lungo la pista ciclabile dell'autostrada ci sono passata tantissime volte durante i miei giri fuori porta in bicicletta e avevo sempre notato questo isolotto, ma non mi ero mai data il tempo di esplorarlo. Finalmente è arrivato il momento.

troll_3.jpg

Il Troll Bjarke Cirkelsten - Dragør

Assolutamente suggestiva è la location scelta per Bjarke Cirkelsten nel mezzo della riserva naturale di Amager. Andarne alla ricerca è un'ottima occasione per un picnic nella natura e una visita alla cittadina di Dragør, perla dell'Øresund.

troll_4.jpg

Come organizzare la caccia ai troll?

Con A Spasso con Elena: organizziamo una visita guidata su misura per te vedendo i troll giganti, ma anche soffermandoci sulle località per conoscerne la storia e scoprire altre perle nascoste. Possiamo organizzare la visita in bicicletta oppure con auto/minivan privato a disposizione per tutto il tempo necessario.

Per conto proprio: in bicicletta. Sono circa 25 chilometri in totale, il che significa una mezza giornata abbondante considerati gli spostamenti da un troll e l'altro, scatti fotografici ed esplorazioni contigue alle sculture. Ma non c'è fretta! Gli si può dedicare un'intera giornata organizzandosi per un pranzo nella natura o presso un ristorante tipico.

Comments:

Necessario per verificare il commento.